Assicurazione condominio: cos’è e quando va fatta

Annuncio - Servizio Gratuito: 4,6 ⭐ su Trustpilot

Sommario: L’assicurazione condominio, in gergo tecnico “polizza globale fabbricato”, è una particolare tipologia di polizza assicurativa dedicata a tutti quei condòmini che desiderano tutelarsi da qualsiasi tipo di danno che può verificarsi all’interno dell’edificio, oltre a quelli che la struttura di quest’ultimo potrebbe arrecare a persone o cose.

Si tratta di una polizza che viene gestita interamente dall’amministratore condominiale e, proprio per questo motivo, non tutti i condòmini sono a conoscenza del suo funzionamento, delle coperture garantite e del suo costo. Vediamo quindi tutto quello che c’è da sapere su questo tipo di copertura assicurativa.

Cos’è l’assicurazione per il condominio?

Spesso confusa con l’assicurazione casa, l’assicurazione condominio copre tutti quei danni che potrebbero verificarsi all’interno dell’edificio e i danni che il fabbricato condominiale stesso potrebbe causare alle persone (condòmini e non) e alle cose.

Parliamo di una polizza molto importante ed utile che però solo il 45% degli italiani decide di stipulare, nonostante gli incidenti condominiali non siano poi così rari. Di esempi ne esistono veramente numerosi: dai casi più estremi come il distaccamento di un cornicione durante una tempesta oppure al verificarsi di un semplice incidente durante i lavori di ristrutturazione risultante in un guasto o in una perdita delle tubature.

Stipulando una polizza condominio, l’amministratore mette al sicuro tutti coloro che vivono nell’edificio, garantendo una copertura totale (o parziale) da eventuali danni di questo genere.

L’assicurazione condominio è obbligatoria?

Attualmente non esiste alcuna norma di legge che imponga agli amministratori condominiali di stipulare un’assicurazione condominio. Infatti, si tratta di una polizza facoltativa che sono i condòmini stessi a richiedere oppure, nel caso contrario a non considerare.

Tuttavia, in alcuni casi, è il regolamento condominiale dell’edificio che potrebbe dichiararne l’obbligatorietà, inserendola tra le clausole dello stesso.

Nonostante tutto, l’assicurazione per condominio rappresenta una spesa che molti condòmini ritengono sia utile sostenere e che le compagnie assicurative consigliano fortemente. Difatti, nel caso in cui l’edificio non fosse assicurato, a risarcire eventuali danni a terzi sarebbero i condòmini con il loro patrimonio (in proporzione ai rispettivi millesimi di proprietà).

Quando stipularla?

A meno che l’assicurazione condominio non sia resa obbligatoria dal regolamento condominiale, non c’è un “momento giusto” in cui è consigliata la sottoscrizione. Questo perché i condòmini sono liberi di richiedere all’amministratore di avviare la procedura quando più lo preferiscono.

Una volta comunicata la volontà di beneficiare di questa tutela, l’amministratore si occuperà di indire un’assemblea condominiale per una votazione: se le parti favorevoli rappresentano la maggioranza (e almeno i 500 millesimi del totale dello stabile), l’amministratore sarà allora delegato a stipulare l’assicurazione per conto del condominio.

Che cosa copre l’assicurazione del condominio?

L’assicurazione condominio copre tutti i danni a cose e persone arrecati dall’edificio e verificatisi sopra e all’interno degli spazi comuni di esso (come le scale e il giardino).

Ma l’assicurazione condominio cosa copre concretamente? Le coperture essenziali consistono in due sezioni principali, ovvero la responsabilità civile e l’incendio.

La parte di responsabilità civile riguarda in particolare la copertura dei danni provocati dalle parti comuni dell’edificio e dalle abitazioni private a terzi, compresi gli stessi condomini; si tratta di quei danni a cose o persone causati da eventi accidentali legati alla proprietà del fabbricato.

Invece, per quanto riguarda la sezione incendio, la copertura è relativa ai danni provocati da incendi in seguito ad esplosioni (causati per esempio da una perdita di gas) o fenomeni atmosferici (come i fulmini). A questo proposito, la maggior parte delle compagnie assicurative propone un massimale più alto per l’inclusione di un risarcimento aggiuntivo per lo sgombero e, nei casi più gravi, la demolizione dell’edificio.

Tuttavia, così come tante altre tipologie di assicurazione, anche la polizza condominio può essere personalizzata dai condòmini inserendo eventuali garanzie facoltative. Non a caso l’assicurazione condominio viene definita anche come “multi-rischio”, proprio perché tutela da differenti tipi di danni.

Possiamo quindi identificare molteplici tipologie di garanzie che proteggono i condòmini sotto diversi aspetti. Tra le più comuni possiamo elencare:

  • la garanzia per danni da acqua
  • la garanzia per la tutela legale (o giudiziaria)
  • la garanzia per l’assistenza
  • la garanzia per la ricerca dei guasti
  • le garanzie speciali (eventi atmosferici, atti vandalici, imbrattamento, ecc.).

Vediamoli di seguito più nello specifico.

Danni da acqua

La garanzia danni da acqua è una tra le più richieste dai condòmini, nonostante il suo inserimento nella polizza sia parecchio dispendioso.

Con la garanzia danni da acqua viene assicurato l’edificio, ma anche i suoi inquilini, da eventuali problematiche provocate dallo spargimento di acqua, a conseguenza di una rottura degli impianti idrici. Vista la duplice tipologia di danni che uno spargimento può arrecare, in questo caso possiamo identificare due coperture: una prima copertura per danni diretti al fabbricato, e una seconda copertura per danni a parti non facenti parte del fabbricato.

Tutela legale

Una seconda garanzia accessoria molto utile è quella riguardante la tutela legale. Nell’eventualità in cui il condominio si ritrovasse coinvolto in un processo giudiziale (o extragiudiziale), questa garanzia assicura tutte le spese legali e processuali.

Assistenza

La garanzia assistenza, come dice la parola stessa, permette ai condòmini di usufruire di un’assistenza immediata in caso di difficoltà o problemi (come un’interruzione di corrente elettrica).

Se inserita nel contratto, la compagnia assicurativa inoltrerà all’amministratore di condominio e agli inquilini stessi un numero verde per usufruire di assistenza gratuita da parte di operai e tecnici specializzati.

Ricerca di guasti

Un’altra garanzia molto valida è quella relativa alla ricerca dei guasti. In seguito ad un incidente, i condòmini che desiderano approfondirne le cause e che beneficiano di questa garanzia, non dovranno preoccuparsi dei costi degli interventi tecnici.

Difatti, le spese per ricercare guasti o rotture negli impianti fissi dell’edificio o nelle sue tubature, sono coperte e rimborsate dall’assicurazione. La garanzia ricerca guasti è molto utile, poichè i costi di demolizione e del successivo ripristino dei sistemi sono nella maggior parte dei casi ingenti.

Garanzie speciali

Come ultimo, troviamo una lunga lista di garanzie speciali – ovvero, coperture accessorie e specifiche per diverse tipologie di danni.

Alcuni esempi sono:

  • garanzia fenomeno elettrico, per tutelare i condòmini da danni che un eventuale malfunzionamento dell’impianto elettrico può causare
  • garanzia eventi atmosferici, per coprire danni causati da calamità naturali come un terremoto, trombe d’aria, alluvioni e grandine
  • garanzia atti vandalici e imbrattamento, per tutelare i condòmini contro eventi pregiudizievoli avvenuti negli spazi comuni del condominio.

Queste garanzie speciali sono opzionali e, a differenza delle precedenti, vengono inserite nella polizza solo nel momento in cui il condominio è più soggetto a particolari rischi (per esempio, edifici in zone sismiche).

Quanto costa l’assicurazione condominio?

Il costo del premio assicurativo, chiaramente, dipende da molteplici fattori. Primo fra tutti la compagnia assicurativa alla quale si decide di rivolgersi per la stipula della polizza.

Molte compagnie assicurative propongono formule differenti e personalizzabili in base alle esigenze e alle preferenze dell’amministratore condominiale – che ovviamente si impegnerà a riportare ciò che è stato richiesto dai condòmini. Alcune polizze sono particolarmente convenienti poiché al “prezzo base” consentono di beneficiare anche di garanzie o clausole accessorie.

Tuttavia, stabilire una spesa precisa per le assicurazioni condominiali non è possibile, dato che il costo di queste varia in base a numerosi elementi, quali:

  • le coperture vengono inserite a livello contrattuale
  • i massimali prescelti (che più sono alti, più comportano un aumento del premio assicurativo)
  • le dimensioni del fabbricato
  • l’anzianità del fabbricato, calcolata dalla data in cui è stata avviata la sua costruzione
  • il numero degli appartamenti che compongono il fabbricato
  • il comune in cui è stato eretto il fabbricato.

Come si condivide il costo dell’assicurazione tra i condomini?

Una volta che è stato definito il premio assicurativo da corrispondere ogni anno, sarà compito dell’amministratore condominiale occuparsi della ripartizione dei costi. Secondo quale criterio?

Ogni condomino verserà una quota direttamente proporzionale ai millesimi di sua proprietà: quindi, più grande sarà l’abitazione, più consistente sarà anche la somma da pagare.

Ma a versare una quota maggiore per l’assicurazione troviamo anche chi, all’interno del condominio, è proprietario di un’attività in grado di aumentare il livello di rischio. In questo caso, visto che la presenza dell’attività stessa porterebbe ad un aumento del premio assicurativo, il proprietario stesso dovrà impegnarsi a contribuire con una quota maggiore rispetto a quella degli altri condòmini.

Come funziona la copertura e quanto dura?

Ad occuparsi dell’intera procedura, del rinnovo e dei pagamenti del premio assicurativo è solo ed unicamente l’amministratore condominiale. Ѐ proprio quest’ultimo che, a partire dalla scelta della compagnia assicurativa a cui affidarsi, monitorerà l’intera procedura e si occuperà anche dei relativi pagamenti.

Solitamente, la copertura della polizza condomini ha una durata annuale che viene rinnovata tacitamente alla fine dei 12 mesi. Quindi, nel caso in cui i condòmini dovessero esprimere la volontà di recedere dal contratto, sarà compito dell’amministratore mettersi in contatto con la compagnia assicurativa per la disdetta.

Per l’assicurazione condominio, a differenza di molte altre polizze, anche la richiesta del risarcimento danni deve partire dall’amministratore. Difatti, i singoli condòmini non possono richiedere personalmente un risarcimento, ma dovranno prima avvisare l’amministratore che potrà verificare il danno e, solo successivamente, richiederne il risarcimento.

Assicurazione casa e assicurazione condominio: quali sono le differenze?

L’assicurazione sulla casa e l’assicurazione per il condominio sono due polizze molto simili, che per certi versi si sovrappongono e che, proprio per questo motivo, sono spesso confuse tra loro. Ciononostante, stiamo parlando di due assicurazioni diverse, entrambe di elevata importanza, che si dovrebbero integrare l’una con l’altra.

Infatti, la polizza condominiale copre i danni che avvengono negli spazi comuni dell’edificio e non in quelli privati. Questo significa che, nel momento in cui si dovessero verificare dei danni che riguardano solo ed unicamente il tuo spazio privato, non potrai beneficiare dell’assicurazione condominiale per richiedere un risarcimento.

Quindi, la polizza casa è utile? Nonostante in molti ancora non la considerino come tale, l’assicurazione sulla casa è fondamentale per tenere al sicuro il patrimonio e gli effetti personali tuoi e della tua famiglia.

Ѐ quindi molto utile integrare le due assicurazioni, per essere tutelati sotto due punti di vista:

  • per non dover rispondere personalmente di danni che riguardano la struttura del condominio e i suoi spazi comuni, grazie all’assicurazione condominio
  • per proteggere tutto ciò che è contenuto all’interno del proprio spazio privato, grazie all’assicurazione casa.

Per ricevere ulteriori informazioni sul panorama assicurativo, ti consigliamo di visitare il sito dell’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni che trovi a questo link.

assicurazione amministratori condominio

Fatti Richiamare

Info

 

Aggiornato su 16 Gen, 2023

redaction La rédaction
Redactor

Matteo Bono

Redattore Energia