Aumento assicurazione sinistro: scopri cosa fare

Annuncio - Servizio Gratuito: 4,6 ⭐ su Trustpilot

Nel momento in cui si viene coinvolti in un incidente stradale, si vive sempre un’esperienza dai lati sconvolgenti. Infatti, oltre alle conseguenze personali come la paura o ai possibili traumi fisici, è necessario considerare anche gli aspetti strettamente connessi all’assicurazione. D’altronde, saranno proprio le polizze assicurative che verranno chiamate a coprire gli eventuali danni ai veicoli, a cose o a persone in virtù del premio assicurativo regolarmente versato dai conducenti. Oltretutto, occorre fronteggiare anche l’aumento assicurazione per sinistro.

Infatti, le assicurazioni auto prevedono l’aumento dell’importo da corrispondere mensilmente nel caso in cui venissero chiamate a garantire una copertura all’automobilista coinvolto in una circostanza incidentale. In questo articolo, troverai tutte le informazioni utili su come comportarsi in seguito ad un incidente stradale in termini assicurativi. In particolare, verranno trattati i temi riguardanti:

  • Calcolare l’aumento dell’assicurazione dopo sinistro
  • Aumento assicurazione dopo incidente senza colpa
  • Aumento assicurazione dopo incidente con concorso di colpa
  • Aumento polizza per più incidenti in un anno
  • Si può cambiare compagnia assicurativa subito dopo un incidente?
  • Cosa si può fare per ridurre l’assicurazione?

Calcolare l’aumento dell’assicurazione dopo il sinistro

Tra le coperture garantite dalle polizze assicurative, spicca quella relativa ai danni causati o ricevuti in seguito ad un sinistro stradale. Sono molte le cause di danni riconosciute dalle assicurazioni come quelli causati dalla grandine o in caso di furto e incendio. Anche quando si incorre in un incidente stradale, le assicurazioni auto prevedono diversi livelli di copertura dell’assicurato. Tuttavia, è necessario ricordare che esiste anche un altro modo per fronteggiare le conseguenze di un sinistro stradale. Se i danni sono lievi e non ci sono conseguenze gravi, è possibile accordarsi tra le parti per riparare di tasca propria i danni causati e/o subiti. In questo caso, la diatriba verrà risolta in modo concorrenziale sulla base degli accordi dei conducenti coinvolti e non si verificheranno aumenti di nessun genere sul premio assicurativo da versare.

Tuttavia, per incidenti più gravi o con danni più rilevanti, è necessario avvalersi della copertura RCA garantita dalla propria compagnia assicurativa. In questo caso, si verificherà di conseguenza l’aumento del corrispettivo da pagare all’assicurazione a livello annuale e anche un peggioramento della propria classe di merito. Infatti, per classe di merito si intende lo storico della condotta stradale di ogni automobilista, determinata dal numero di incidenti commessi. Essa rappresenta uno dei documenti fondamentali per ogni guidatore, alla stregua della carta di circolazione.

Scopri come risparmiare sulle tue assicurazioni! Cosa aspetti?

Fatti Richiamare

Info


Sulla base della classe di merito, le compagnie assicurative valutano l’affidabilità del guidatore e stipulano i contratti delle polizze decidendo il corrispettivo che i conducenti devono versare. Le classi di merito vanno dalla prima, di cui gode chi presenta una condotta stradale impeccabile, fino ad arrivare alla diciottesima che costituisce la classe peggiore che può essere associata ad un automobilista. La classe di merito è utile anche per un altro tipo di documento, cioè la dichiarazione di mancata circolazione che serve all’automobilista per far valere il proprio attestato di rischio nel momento in cui una polizza non venga rinnovata o attivata nei tempi prestabiliti.

In caso di incidente stradale, se si vuole conoscere l’entità dell’aumento assicurazione sinistro, è possibile rivolgersi ad alcune piattaforme online che consentono in modo veritiero di visionare tale aumento. Tuttavia, sarà necessario inserire alcuni dati significativi tra cui:

  • il nome della compagnia assicurativa
  • la classe di merito
  • il premio lordo versato
  • l’importo del sinistro pagato.

Inoltre, occorre tenere presente che esistono alcune variabili che modificano l’aumento dell’assicurazione auto dopo il sinistro come:

  • l’entità del danno e la classe di merito a cui si viene assegnati dopo l’incidente,
  • il numero di incidenti provocati durante la propria carriera automobilistica, anche con una seconda auto se l’intestatario è il medesimo,
  • l’età dell’assicurato, i neopatentati o chi è in possesso del foglio rosa pagano necessariamente un premio superiore dovuto alla scarsità dell’esperienza.

Dunque, il calcolo dell’aumento dell’assicurazione dopo il sinistro non è per nulla certo e impossibile da conoscere con precisione. Il consiglio è quello di rivolgersi direttamente alla propria compagnia assicurativa o agli strumenti di calcolo online per conoscere la cifra indicativa che costituirà l’incremento del premio assicurativo.

Aumento assicurazione dopo incidente senza colpa

Le migliori assicurazioni come la polizza Kasko, garantiscono una copertura per l’assicurato nel caso in cui sia coinvolto in un incidente senza colpa. La maggior parte delle assicurazioni non prevede un aumento della polizza auto se si viene coinvolti in un incidente senza avere la colpa o una responsabilità dei danni inferiore al 50%.

Tuttavia, in alcuni casi le compagnie assicurative possono richiedere un aumento dell’assicurazione sinistro anche quando il conducente non sia in concorso si colpa. Nonostante tale incremento, però, la classe di merito dell’automobilista non subirà nessun tipo di modifica.

Aumento assicurazione dopo incidente con concorso di colpa

Le coperture assicurative vengono attivate in molteplici circostanze e sono di fondamentale importanza anche nei momenti di permuta o rottamazione, generando numerosi incentivi all’acquisto. Tuttavia, svolgono il loro ruolo fondamentale soprattutto nelle circostanze di incidenti stradali con concorso di colpa. In questo caso, il premio della polizza assicurativa sarà destinato ad aumentare.

Inoltre, se la colpa viene divisa tra tra gli automobilisti in maniera equa, non si verificherà nessun declassamento della classe di merito, ma solo l’incremento della polizza.

Aumento polizza per più incidenti in un anno

Sia che il conducente sia in concorso di colpa, sia in alcuni casi anche quando ne è esente, l’occorrenza dei sinistri stradali è direttamente connessa all’aumento del premio da versare. In particolare, questo è destinato a subire un incremento significativo laddove la carriera automobilistica del guidatore presenti un quantitativo considerevole di incidenti stradali.

L’automobilista che provocherà nel corso di un anno più incidenti sarà costretto a subire oltre che l’aumento del premio assicurativo da versare anche un rapido declassamento di merito a causa della sua condotta irresponsabile. Collezionare sinistri stradali, oltre che dannoso per il conducente e per gli altri automobilisti, è strettamente connesso con l’aumento assicurazione sinistro.

Si può cambiare compagnia assicurativa subito dopo un incidente?

Subito dopo l’occorrenza di un sinistro stradale, l’automobilista può scegliere di cambiare compagnia assicurativa senza subire un aumento del premio assicurativo. Tra le migliori alternative si può sottoscrivere ad esempio un contratto assicurativo o una polizza cristalli. Tuttavia, questa è una condizione temporanea che può verificarsi solamente in alcuni casi specifici. Infatti, le compagnie assicurative si basano sul cosiddetto attestato di rischio per elaborare le tariffe assicurative per ogni conducente. L’attestato di rischio è un documento che raccoglie tutti i sinistri denunciati negli ultimi cinque anni dal detentore di una polizza di assicurazione per la responsabilità civile autoveicoli e motoveicoli.

Se l’incidente si è verificato a ridosso dei giorni della scadenza della polizza, questo accadimento non verrà registrato nell’attestato di rischio. Dunque, cambiando compagnia assicurativa si potrà sottoscrivere una polizza senza avere un aumento del premio o un declassamento della classe di merito. Tuttavia, occorre fare presente che questa risulta essere una condizione temporanea in quanto l’incidente verrà registrato in seguito all’interno dell’attestato di rischio – che può anche essere elettronico – e il premio assicurativo dovrà adattarsi nuovamente.

Cosa si può fare per ridurre l’assicurazione?

Una delle strategie più convenienti, sotto tutti i punti di vista, per risparmiare sull’assicurazione è quello di mantenere una buona condotta automobilistica, responsabile e rispettosa del codice della strada e degli altri guidatori. Ma non solo, esistono alcuni consigli che possono rivelarsi utili per i conducenti intenti a ridurre il costo sostenuto per l’assicurazione. I più importanti sono:

  • Modifica il preventivo di base: dal 2015 è stata eliminata la pratica del tacito rinnovo per le assicurazioni auto. Se si decide di restare con la compagnia assicurativa, un buon modo per risparmiare è quello di rinnovare il contratto prima della scadenza e non oltre i 15 giorni dalla stessa. Inoltre, è utile valutare altri preventivi e non adattarsi a quello precedente in quanto quello nuovo potrebbe essere più conveniente.
  • Installa la scatola nera: molte compagnie assicurative propongono un prezzo inferiore a fronte della volontà del conducente di installare sul proprio veicolo la scatola nera. Se da un lato questo coincide con la sicurezza di ricostruire per filo e per segno una situazione di sinistro stradale, dall’altra l’automobilista è consapevole che deve adottare una condotta di guida impeccabile.
  • Confronta i prezzi e le varie tariffe di RCA: anche se può sembrare un procedimento lungo e complesso, è necessario almeno una volta all’anno, dedicare tempo ed energie al confronto dei vari pacchetti assicurativi. Questo perché, attraverso varie ricerche, è possibile scoprire tariffe realmente vantaggiose da poter sottoscrivere in completa semplicità.
  • Valuta le assicurazioni online: semplici, rapide e convenienti, le assicurazioni online non solo fanno risparmiare tempo e fatica ma anche denaro. Sono molte le compagnie che, abbattendo i costi dovuti alla presenza in ufficio e alle spese che comporta, propongono assicurazioni da stipulare online a prezzi competitivi. Così facendo, l’automobilista risparmia ed evita gli sprechi.
  • Adotta solo i servizi RCA utili: molte assicurazioni prevedono un costo superiore in quanto garantiscono una copertura accessoria rispetto a quelle basilari. Tuttavia, le esigenze dei conducenti variano significativamente. Ad esempio, chi vive in una grande città potrà essere portato a desiderare una copertura assicurativa in caso di furto. Al contrario, chi vive in un piccolo borgo o in un paese con pochi abitanti, può scegliere di rinunciare a tale garanzia ottenendo un prezzo complessivo inferiore a livello annuo.
  • Guadagna e mantieni una buona classe di merito: come precedentemente affermato, la classe di merito racconta il quantitativo di sinistri di cui un guidatore si è fatto protagonista. Collocandosi e mantenendo delle posizioni alte lungo i livelli della classe di merito, si verrà valutati dalle compagnie assicurative come maggiormente responsabili e si otterranno pacchetti assicurativi a prezzi migliori.

Per maggiori informazioni sui pacchetti assicurativi e sulle fasi in seguito all’avvenimento di sinistri stradali, ti consigliamo di visitare questa pagina.

Lascia i tuoi contatti per ricevere una consulenza gratuita!

Fatti Richiamare

Info

Aggiornato su 16 Gen, 2023

redaction La rédaction
Redactor

Matteo Bono

Redattore Energia