Le migliori assicurazioni vita 2023 e cosa coprono

Annuncio - Servizio Gratuito: 4,6 ⭐ su Trustpilot

Sommario: Il mercato assicurativo propone diverse tipologie di assicurazioni sulla vita, ma cosa coprono e qual è la migliore? Data la molteplicità delle soluzioni in commercio, che spaziano dalla protezione al risparmio fino all’investimento, orientarsi non è sempre facile.

Tuttavia la scelta della giusta polizza, adeguata alle proprie esigenze, è il requisito fondamentale per godere dei vantaggi di questo prodotto. Dunque, in questo articolo ti spiegheremo chiaramente:

  • cosa sono le assicurazioni vita
  • quali sono i modelli esistenti
  • le tutele offerte
  • i costi correlati
  • come sottoscriverle

Cos’è l’assicurazione vita?

L’assicurazione vita è un prodotto finanziario, volto ad offrire un servizio alla persona, attraverso un sostegno economico in determinate circostanze della vita. Si tratta di una forma di risparmio e tutela per se stessi o per le persone che ci stanno accanto, a seconda del pacchetto opzionato.

Tra le formule più gettonate figura la stipula, tra un soggetto privato e una compagnia assicurativa, di un contratto che garantisce ai beneficiari della polizza un capitale in caso di morte o sopravvivenza dell’assicurato. In esso sono contenute tutte le condizioni e i dettagli che regolano le coperture assicurative attivate.

La prestazione viene erogata al beneficiario:

  • in caso vita alla data di scadenza contrattuale, salvo l’eventualità in cui dovesse verificarsi il decesso prematuro dell’assicurato
  • in caso morte, a seguito dell’evento

Quindi si tratta di una forma di supporto economico molto utile, ad esempio per le famiglie monoreddito, nell’evenienza in cui si verifichi la scomparsa improvvisa del familiare dal quale dipende il sostentamento del nucleo familiare. Ma le assicurazioni vita si rivelano preziose anche se si sono contratti mutui e prestiti, e si desidera garantire una certa serenità finanziaria ai propri cari, onorando gli impegni presi, in caso di gravi eventi, come il decesso prematuro dell’assicurato.

Tuttavia al rischio morte è possibile aggiungere garanzie aggiuntive, quali ad esempio quelle relative all’invalidità permanente e alle assicurazioni infortuni.

Chi sono i soggetti coinvolti nell’assicurazione vita?

Nelle assicurazioni vita i soggetti coinvolti sono quattro:

  1. la compagnia assicurativa che si occupa dell’emissione della polizza
  2. il contraente, ovvero colui che sottoscrive il contratto con l’agenzia, provvede al pagamento dei premi, gestisce gli adempimenti amministrativi e designa i beneficiari
  3. l’assicurato, ossia la persona sulla cui vita viene stipulata la polizza. Spesso questa figura coincide con il contraente
  4. il beneficiario, che corrisponde a chi ha il diritto di riscuotere la somma di denaro assicurata, laddove si verifichino gli eventi previsti dal contratto

Il premio corrisponde all’effettivo costo della polizza. Può essere versato in un’unica soluzione al momento della stipula, oppure con cadenza annuale, semestrale e mensile a seconda della durata e periodicità concordata.

Scopri tutto ciò che occorre sapere sull’assicurazione RC familiare.

Assicurazioni vita: chi può essere nominato come beneficiario?

Il contraente dell’assicurazione vita ha la facoltà di designare uno o più beneficiari della polizza in concomitanza alla stipula, specificando nome, cognome, codice fiscale e indirizzo. Oppure può indicarli in fase successiva, dando comunicazione in forma scritta alla compagnia o inserendo i nominativi all’interno del testamento. Quest’ultimi possono essere modificati in qualunque momento dal titolare. In caso morte, sono previste anche nomine generiche che fanno riferimento:

  • al coniuge dell’assicurato
  • agli eredi legittimi
  • ai figli nati e nascituri

Tuttavia l’IVASS, l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni, promuove l’individuazione del beneficiario nel modo più specifico possibile, sconsigliando l’impiego delle designazioni generiche. Se il titolare della polizza, per esigenze di riservatezza, non intende comunicare la nomina ai soggetti che incasseranno l’indennità, può ricorrere ad una terza persona incaricata, che si occuperà di informarli al verificarsi dell’evento.

Per concludere chiunque potrebbe beneficiare della polizza, senza neppure essere al corrente della sua esistenza fino alla liquidazione del premio. Dunque, anche una persona fisica o giuridica estranea all’asse ereditario. Infatti i designati hanno il diritto di acquisire il capitale in virtù del contratto assicurativo e non in base al principio di eredità. Quindi qualora gli eredi legittimi non corrispondessero agli eredi testamentari nominati dal contraente, ai primi non spetterebbe nulla.

Nel nostro approfondimento sulle assicurazioni casa trovi le migliori soluzioni attualmente in commercio.

I vantaggi fiscali delle assicurazioni vita

Attivare un’assicurazione sulla propria vita significa garantire a se stessi e ai propri cari un futuro più sereno, usufruendo dei vantaggi fiscali delle polizze.

Difatti le spese sostenute per quelle che includono il rischio di morte, di invalidità permanente non inferiore al 5% e di non autosufficienza nella vita quotidiana, sono detraibili dall’Irpef nella misura del 19%. Laddove solo una parte del premio versato sia riferibile a questi casi, la detrazione d’imposta spetta solo per tale componente.

Inoltre, gli importi hanno un limite massimo equivalente a 530,00 €, che sale a 750€ qualora la tutela abbia come beneficiario una persona con grave disabilità.

Infine il capitale liquidabile è:

  • impignorabile e non sequestrabile
  • esente dall’imposta di successione

Sei già coperto dai rischi derivanti dalla responsabilità civile della tua professione? Leggi il nostro articolo dedicato all’RC professionale per sapere come tutelarti.

Tipologie di assicurazione vita

Possiamo dividere le polizze vita in tre tipologie:

  1. assicurazioni vita caso vita
  2.  le assicurazioni vita caso morte
  3. assicurazioni vita miste

Per capire le differenze tra queste varianti vediamo le definizioni di ciascuna.

Caso vita con rendita vitalizia

La polizza caso vita garantisce all’assicurato una rendita, laddove alla scadenza della stessa quest’ultimo sia ancora in vita. A fronte del versamento di un determinato importo annuale, semestrale o mensile alla compagnia assicurativa, si ottiene un vitalizio, immediato o differito, al raggiungimento del termine temporale stabilito. Non basandosi su un vero e proprio rischio, questa formula è considerata una forma di risparmio, molto simile ad una previdenza integrativa, ed è consigliata anche ai più giovani per assicurarsi un capitale futuro.

Assicurazioni vita caso morte

Tra le assicurazioni vita, la polizza caso morte è quella più diffusa e sovente la più vantaggiosa. Prevede che il contraente indichi un beneficiario, a cui spetta l’intero capitale in caso di decesso accidentale dell’assicurato. Spesso la tutela viene estesa a copertura del rischio di invalidità permanente.

L’obiettivo di chi sceglie questa soluzione è quello di dare un sostegno finanziario concreto alla propria famiglia, ad esempio per il pagamento del mutuo, le rate di un finanziamento o le spese universitarie dei figli, garantendo ad essi un adeguato tenore di vita.

Inoltre, in questa tipologia figurano due ulteriori distinzioni

  1. la polizza a vita intera non prevede una scadenza e il capitale viene erogato al beneficiario quando si verifica la morte dell’assicurato
  2. invece l’assicurazione vita temporanea caso morte fissa un limite temporale predefinito, che corrisponde alla durata contrattuale, entro il quale l’evento deve accadere affinché avvenga la corresponsione del capitale ai beneficiari designati. Al contrario in caso di sopravvivenza dell’assicurato alla data di scadenza nulla è dovuto.

Dunque la differenza sostanziale tra le formule sopradescritte consiste nel fatto che solo con la prima opzione si ha la certezza che la somma assicurata sarà sicuramente riscossa dai destinatari indicati.

Assicurazioni vita miste

La polizza vita mista riassume entrambe le caratteristiche delle opzioni sopradescritte. Dunque prevede sia la restituzione del vitalizio a fine contratto, sia un capitale a copertura del decesso. Il costo correlato a questa tipologia di assicurazione è nettamente superiore, poiché si tratta a tutti gli effetti del saldo di due garanzie differenti, sottoscritte con la medesima pratica.

Potrebbe interessarti la lettura della nostra guida dedicata alle assicurazioni salute.

L’assicurazione vita cosa copre?

Le assicurazioni vita, come abbiamo visto nel paragrafo precedente, coprono il rischio di morte correlato alla persona assicurata. Tuttavia molti contratti prevedono l‘esclusione della copertura in determinati casi specifici, quali ad esempio:

  • partecipazione ad attività dolose, guerra, atti di terrorismo, operazioni militari
  • eventi causati da armi nucleari, contaminazioni chimiche
  • guida senza patente
  • pratica sportiva non precedentemente dichiarata
  • alcolismo, assunzione di sostanze stupefacenti, nonché di psicofarmaci se non ad uso terapeutico

La stipula di queste tipologie di polizze prevede una valutazione preliminare dell’assicurato, che prende il nome di processo di assunzione di rischio. È in questa fase che la compagnia assicuratrice prende in esame tutta una serie di parametri, che ovviamente incidono e determinano il premio finale da versare. Tra i principali figurano:

  • l’età
  • lo stile di vita
  • lo stato di salute
  • il tabagismo
  • le malattie pregresse
  • la professione svolta
  • gli sport praticati
  • l’importo del capitale assicurato
  • la durata della polizza
  • le tutele complementari

In aggiunta alla copertura del rischio decesso è possibile integrare ulteriori garanzie che estendono le tutele fornite dal pacchetto principale. Tra le più comuni segnaliamo:

  • l’invalidità permanente e totale
  • la perdita di autosufficienza o della capacità lavorativa
  • le malattie gravi
  • gli infortuni

Scopri le assicurazioni viaggi e le assicurazioni moto più convenienti leggendo i nostri approfondimenti.

Quanto costa l’assicurazione vita?

Quanto costa l’assicurazione vita? L’alta personalizzazione di questo prodotto rende difficile definire un importo standard, tanto più alla luce della diversità delle tipologie esistenti. Le assicurazioni vita con rendita vitalizia offrono prestazioni differenti da una polizza a vita intera o da assicurazioni vita e infortuni, e pertanto avranno costi differenti.

Per quanto riguarda il ramo caso morte, il prezzo è calcolato sulla base delle probabilità che si verifichi l’evento. Più queste saranno alte, maggiore sarà il premio che il contraente dovrà versare. Lo stesso principio vale per l’ammontare del capitale assicurato, che se ingente, richiederà una copertura del rischio proporzionata.

Ti consigliamo di dare un’occhiata ai preventivi per le assicurazioni vita online, che ti permettono di selezionare la garanzia base e di aggiungere a piacimento le tutele facoltative di tuo interesse. Invece di seguito ti presentiamo 4 differenti polizze, attraverso le quali potrai farti un’idea indicativa delle opzioni tariffarie disponibili. Nel dettaglio vediamo le soluzioni proposte da:

  1. Reale Mutua
  2. Intesa San Paolo
  3. Poste
  4. UnipolSai

Come funzionano le assicurazioni auto aziendali? Nella nostra guida trovi tutte le informazioni utili sul tema.

Polizze offerte per l’Assicurazione vita

Valore Vita Reale Light

Valore Vita Reale Light di Reale Mutua è un contratto di assicurazione temporanea per caso morte. La formula base a capitale e premio costante sottoscrivibile senza accertamenti sanitari, ma previa compilazione di un questionario, prevede:

  • una durata fissa decennale
  • l‘accesso riservato a persone di età compresa tra i 20 e i 59 anni
  • un premio annuo a scelta tra 10 importi fissi tra i 25 € e 500 €
  • nessun diritto di riscatto o riduzione

Mi Curo dei Miei

Fra le assicurazioni vita Intesa San Paolo vi è la polizza Temporanea Caso Morte, TCM, denominata Mi Curo dei Miei. Questa soluzione propone:

  • una durata contrattuale a scelta tra 10,15 e 20 anni
  • un importo del capitale compreso tra 50.000 € e 300.000 €, ridotto a 200.000 € per i clienti che alla scadenza avranno un’età pari a 70 anni e sei mesi
  • premio annuale rateizzabile senza spese aggiuntive, variabile in base all’età, alla durata e al capitale prescelto

Postapersona Affetti protetti

Tra le assicurazioni vita Poste Italiane figura Affetti Protetti. Il preventivo del premio annuo, basato su un soggetto fumatore di 40 anni, con capitale in caso di decesso pari a 50.000 € è di:

  • 147,45 € per 10 anni
  • 192,10 € per 15 anni

Da notare come, a parità di condizioni, gli importi si riducano a 86,90 € e 116,35 € per i non fumatori.

Vita Smart

Vita Smart di UnipolSai è l’assicurazione caso morte a premio annuale costante e capitale assicurabile fino a 100.000,00 €. Prendendo come esempio un cliente non fumatore di 35 anni ed un importo di 75,000 €, il premio è pari a:

  • 162,01 € per una polizza della durata di 15 anni

Cosa serve per sottoscrivere le assicurazioni vita?

Cosa serve per sottoscrivere  un assicurazione sulla vita? Generalmente vengono richiesti:

  • i dati anagrafici
  • il possesso del domicilio abituale in Italia
  • la compilazione di un questionario o la dichiarazione di buona salute, specificando se si è fumatori o meno

In più alcuni pacchetti assicurativi prevedono l’esecuzione di accertamenti sanitari o visite mediche preliminari.

L’adesione può essere fatta tramite web oppure recandosi personalmente presso la filiale della compagnia. Quest’ultima opzione è consigliabile qualora scegliessi una polizza più strutturata di risparmio o investimento. Infatti in questo caso la consulenza specializzata di un agente risulta molto utile per sciogliere ogni potenziale dubbio o perplessità.

Potrebbe interessarti stipulare una delle migliori assicurazioni telefoniche attualmente in circolazione.

Se desideri sapere cosa sono le polizze vita dormienti, visita il sito IVASS a questa pagina.

Lascia i tuoi contatti per ricevere una consulenza gratuita!

Fatti Richiamare

Info

Aggiornato su 16 Gen, 2023

redaction La rédaction
Redactor

Matteo Bono

Redattore Energia

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

En savoir plus sur notre politique de contrôle, traitement et publication des avis